Gerhard Richter alla Tate Modern

Chi ha intervistato Gerhard Richter sa che non ha molto da dire, né un’idea della storia né concezioni sofisticate sull’arte. Tutto ciò che desidera essere è un pittore, nonché un uomo con una vita intensa: nei suoi ottant’anni, che arriveranno il prossimo febbraio, si è sposato tre volte e ha avuto quattro figli, la prima nel 1966 e l’ultimo nel 2006. La sua pittura si è formata nella Germania dell’Est con le regole del realismo socialista ed è rinata all’Ovest, dopo che Richter ha visto tutto il nuovo a incominciare da Pollock e Fontana. Assorbendo ogni tipo di influenza – pop, minimalismo e concettuale inclusi – ha composto quadri figurativi, astratti, monocromi, gestuali o privi di manualità, combinatori o istintivi, pieni di pasta colorata o ridotti a lastre. Nel suo eclettismo appassionato e freddo, ha provato di tutto e gli è riuscito tutto. È questo che dimostra anzitutto la grande retrospettiva che gli dedica la Tate Modern di Londra.

di Angela Vettese – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/Lmkzd

Gerhard Richter
Tate Modern
Fino all’8 Gennaio 2012

http://www.tate.org.uk/modern/exhibitions/gerhardrichter/default.shtm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...